Con il caldo, è tempo di spritz ungherese!

Si sa, gli ungheresi sono grandi bevitori, di birra di pálinka e di vino. Ma non solo, specialmente con l’arrivo della bella stagione per le strade magiare si diffonde una bevanda alcolica ben nota anche a molti italiani del nord-est: lo spritz! Che qua chiamano Fröccs. Si narra che fu proprio il poeta Vörösmarty ad inventare questo termine per chiamare quello che fino ad allora tutti chiamavano spritz, o meglio Gespritzter.

Lo spritz, bevanda che unisce vino e soda, nasce infatti in Austria, o meglio in quella che all’epoca era la Monarchia asburgica. Da qui si diffonde su tutti i territori della corona. In Italia la sua nascita si fa risalire alla necessità dei soldati austriaci di diluire i vini troppo alcolici del Veneto, ma in realtà non si conosce con certezza il momento in cui sia nata questa bevanda.keep-calm-and-drink-fröccs

Lo spritz ha una rapida diffusione anche in Ungheria, dove diventa il drink preferito dai contadini, che possono gustarsi il vino e dissetarsi allo stesso momento, senza rischiare le conseguenze di bevande troppo alcoliche sotto il sole cocente. Nelle terre ungheresi la diffusione è capillare anche perchè qui viene inventata la bottiglia di Seltz, da Ányos Jedlik, che tanto successo avrà nella Mitteleuropa.

Lo spritz ungherese, o meglio il Fröccs, è così diventato a tutti gli effetti una bevanda tipica magiara, tanto che nel 2013 è stato inserito nella lista dei prodotti DOC ungheresi. E’ diventato un “hungarikum”.

Il Fröccs lo si può gustare dalle eleganti vie che costeggiano il Danubio a Budapest, fino alle più sperdute “kocsme” (bar) di periferia o di campagna, e negli ultimi anni sono nati veri e propri festival a lui dedicati. Il prezzo spesso cambia sensibilmente, ma i nomi no, quelli sono sempre uguali. Esistono svariati tipi di Fröccs, più di una ventina, e la differenza è data dal rapporto fra vino e soda. I più tradizionali sono il NagyFröccs (Grande Spritz) dove il rapporto vino-acqua è di 2 dl a 1, e il KisFröccs (Piccolo Spritz) o Fűtty 1-1.

Ma poi ci sono:
házmester (portinaio) 3 di vino e 2 di soda;
viceházmester (viceportinaio) 2-3;
hosszúlépés (passo lungo) 1-2;
polgármester (sindaco) 6-4;
alpolgármester (vicesindaco) 4-6;
Puskás 6-3 che ricorda la vittoria della nazionale di calcio ungherese contro l’Inghilterra;
il KrúdyFröccs in onore dello scrittore, Krúdy Gyula, che l’ha inventato arriva addirittura a 9 dl di vino e 1 dl di acqua;

e così via passando per proporzioni sempre più grandi e nomi sempre più strani, fino ad arrivare al kőműves (muratore) 25 dl di vino e 5 dl di acqua, per grandi intenditori ma soprattutto bevitori!frocswe

 

Foto: port.hu / keepcalm-o-matic.co.uk / welove budapest.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...