Eno-gastronomia

Ricette: la zuppa di amarene

Articolo di Júlia Iván

Con l’arrivo dell’estate, inizia il tempo delle zuppe di frutta di stagione in Ungheria. In un articolo precedente di Ungheria News la povera zuppa di ciliegie/amarene viene riportata come uno dei piatti che più può sconvolgere chi non è familiare con la cucina ungherese. Infatti, l’idea di un liquido rosa e agrodolce come primo piatto può sembrare bizzarra. Se però pensate ad uno yogurt da bere alla frutta e lo condite con un pizzico di spezie di vin brulé, allora potrete subito afferrare il perché della mania degli ungheresi per questo piatto. Le zuppe di frutta sono un piatto estivo rinfrescante e velocissimo da preparare. E in più, cucinarla è anche un ottimo modo per utilizzare la frutta non più freschissima o in eccesso.

Per ristabilire – o confermare – la reputazione di questa meritevole pietanza, vi proponiamo una ricetta di base che potete poi personalizzare con la vostra fantasia, secondo i vostri gusti, anche per le diete più severe con l’uso di ingredienti alternativi.

Ingredienti:

  • 1 kg di amarene (o altra frutta)
  • 200 g di panna
  • 100 g di farina
  • zucchero – a piacimento
  • 1/2 limone a fette
  • spezie di vin brulé: un cucchiaino o 2 baccelli di cannella, 15-20 chiodi di garofano, 15-20 pepe della Giamaica, estratto o un baccello di vaniglia
  • 2-2,5 l di acqua

malnakremleves

Preparazione:

  1. Lavate la frutta e quelle più grosse tagliatele a pezzetti.
  2. In una pentola mettete a bollire l’acqua con la frutta più solida (tipo mele o pere), le fette di limone e le spezie e portatelo a bollire.
  3. Cuocete a fuoco moderato per alcuni minuti (10-15), giusto il tempo che la frutta diventi un po’ più morbida. Se invece usate la frutta più morbida (ciliegie, amarene, fragole, prugne, pesche, ecc.), e non le volete troppo cotte, aggiungetele dopo.
  4. Nel frattempo, in una ciotola unite la panna con la farina e amalgamatele omogeneamente per bene, evitando la formazione di nodi di farina. Versate un po’ di liquido non bollente alla miscela e mescolate accuratamente. Poi aggiungete un altro po’ di liquido.
  5. Unite delicatamente la panna alla zuppa non bollente, a fuoco basso, mescolate, aggiungete le amarene/la frutta e cucinate fino ad ottenere una consistenza cremosa e densa per altri 5-10 minuti.
  6. Assaggiate e metteteci dello zucchero (o dolcificante) per ottenere un gusto intenso agrodolce.
  7. A fine cottura eliminate le fette di limone, lasciate raffreddare la zuppa e poi mettetela nel frigo per alcune ore.

Alcune dritte:

– in inverno potete servire a tavola la zuppa di mele anche calda o tiepida;

– potete sostituire una parte della panna con la panna acida o con lo yogurt greco se vi piacciono i piatti più acidi;

– per ottenere un colore più intenso, aggiungete 4-5 mirtilli;

– chi deve seguire una dieta di eliminazione, può usare la farina alternativa e la panna vegetale che usa normalmente per rendere densa e cremosa la zuppa – funzionano lo stesso;

 – all’acqua si può aggiungere di un po’ di vino o rum;

– servizio a tavola: con la panna montata, foglie di menta e pezzetti di frutta cruda o con l’aggiunta di gelato di vaniglia.

Ed ora non resta che assaggiarla! Buon appetito! Jó étvágyat!

 

© Riproduzione riservata

Foto: receptmania.hu

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...