Dintorni di Budapest: Gödöllő e il palazzo reale

Da Budapest – Per tutti i turisti che hanno qualche giorno in più a disposizione, ma anche per i residenti a Budapest che desiderano trascorrere una giornata fuori porta, Gödöllő è la destinazione ideale. In treno (dalla stazione di Keleti), è facilmente raggiungibile in soli 30 minuti.

Un castello da fiaba, alla scoperta della dinasta degli Asburgo che spesso soggiornarono a Gödöllő nei mesi estivi. Fra i residenti più noti spiccano i nomi dell’imperatore Francesco Giuseppe e sua moglie, l’imperatrice Elisabetta, meglio conosciuta come Sissi. Se perciò siete rimasti incantati dal palazzo di Schönbrunn a Vienna, Gödöllő non sarà da meno. Il costo costo del biglietto è di 2000 fiorini (circa 6 euro,  più un extra di 600 fiorini (2 euro) se desiderate anche l’audioguida.

Il palazzo fu costruito nel 1740 ed oggi è totalmente ristrutturato, riflettendo così l’antico splendore della casa Asburgo. Un percorso obbligato vi farà partire dall’ala destra del castello, un tempo gli appartamenti dai primi residenti del palazzo, la famiglia Grassalkovich, poi trasformata in residenza privata di Francesco Giuseppe. Oltre ai mobili d’epoca e i dipinti originali, quest’ala offre ai più curiosi numerose porte segrete (oggi visitabili) che permettevano alla servitù di spostarsi da una stanza all’altra del palazzo senza disturbare i  nobili nelle loro faccende. Particolare attenzione merita la chiesa barocca di Gödöllő, che si può ammirare dall’interno del palazzo grazie a una balconata privata costruita per permettere ai sovrani di osservare la messa senza doversi mescolare con il popolo. Negli appartamenti di Francesco Giuseppe, la sala più grande è quella cosiddetta delle incoronazioni, adornata di dipinti che raffigurano le diverse incoronazioni di Francesco Giuseppe, come imperatore d’Austria prima e d’Ungheria in seguito.

Attraversando la sala da ballo (se avete acquistato l’audioguida, arrivati a questo punto ascolterete le musiche classiche che venivano danzate in questa sala, rendendo l’atmosfera ancora più realistica) si giunge nell’ala sinistra del palazzo, gli appartamenti della principessa Sissi. Tutto qui è di colore viola, il colore preferito dalla principessa, dalle pareti, ai mobili, alla tappezzeria. Si dice che Sissi nutrisse un amore particolare per l’Ungheria tanto da trascorrere più tempo a Gödöllő che a Vienna.

78

Nonostante gli interni sembrino essere la parte più interessante, meritano una visita anche i grandi giardini sul retro del palazzo dove è oggi aperto al pubblico un bunker risalente al periodo della Seconda Guerra Mondiale, costruito dall’ammiraglio Horthy, che guidò l’Ungheria nel periodo dei due conflitti e fece di Gödöllő la sua residenza .

Gödöllő resta comunque una città molto piccola la cui attrazione principale è rappresentata dal castello. Ma, una volta terminata la visita, potrete fermarvi nelle numerose pasticcerie e ristoranti per assaggiare dolci e cucina tipica. In omaggio al castello e alla principessa Sissi, non dimenticate perciò di provare la torta Dobos, sei strati di pan di spagna e cioccolato, una delizia che fu proprio Sissi la prima ad assaggiare.

Foto: dal sito http://www.kiralyikastely.hu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...