Budapest

Biglietti elettrici in metro a Budapest, ci sarà da aspettare

Un grande avanzamento dal punto di vista della qualità del servizio, non ci saranno più code, i biglietti si potranno comprare con il telefono o da internet” con queste parole il Sindaco di Budapest István Tarlós nel 2014 aveva annunciato l’inizio del progetto, e dei finanziamenti, per creare un moderno sistema di biglietti per i mezzi pubblici di Budapest.

Il nuovo sistema avrebbe dovuto entrare in funzione nel 2018, in tempo anche per diventare una grande tematica per le elezioni amministrative del 2019. Invece pare che bisognerà aspettare ancora. Una data di inizio che inizialmente veniva rimandata di continuo ma che ora non viene più neanche annunciata dalla compagnia dei trasporti pubblici, la BKK. Per il nuovo sistema e-ticket però ci sono già stati investimenti per 36,8 miliardi di fiorini rivela il giornale 444.hu.

card.jpg

Un sistema di biglietti elettronico

Tra le grandi capitali europee Budapest sicuramente rimane molto indietro per il sistema di vendita e controllo dei biglietti dei mezzi pubblici. In una forma un po’ nostalgica nella capitale ungherese la metropolitana non ha i tornelli, in uso quasi ovunque in Europa, ma mantiene un servizio di controllori sia all’entrata che durante il viaggio. Controllori su cui si potrebbe scrivere libri interi sulla loro personalità e professionalità. Alcuni cortesi e simpatici, altri scorbutici e rudi. Purtroppo in passato in molti casi ci sono stati anche esempi di “controllori iene” che non aspettavano altro che multare i turisti confusi da un sistema di biglietti ancora un po’ indecifrabile.

Sui controllori di Budapest non sono mancate le rappresentazioni sceniche, di grande successo il film Kontroll, uscito nel 2003, vincitore del premio giovani e del premio sceneggiatura e musica a Cannes. Il film è stato doppiato anche in italiano.

hUIUIVSwLm1vnvTpOAR7BigutEh.jpg

Un’immagine del film Kontroll

I cittadini di Budapest però da tempo chiedono un rinnovo del sistema dei mezzi pubblici. Rinnovo iniziato con il progetto di ristrutturazione della metropolitana 3. Intervento iniziato non senza polemiche però. Il rinnovo ha portato molti disagi ma in particolare il nuovo progetto non ha previsto la dotazione di aria condizionata per le nuove carrozze.

Anche il sistema di controllo e fornitura dei biglietti dei mezzi ha suscitato spesso critiche. E’ ormai da un decennio che si prospetta l’entrata di un sistema elettrico e moderno. Ma per ora l’innovazione stenta ad arrivare, nonostante ormai da diversi mesi nella fermata principale della metro di Budapest, in piazza Deák, siano stati posizionati dei tornelli elettrici in prova. Che però probabilmente aspettando l’introduzione del moderno sistema elettrico potrebbero già diventare obsoleti……

 

© Riproduzione riservata

Foto: bkk, teljesfilm.info

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...