Cultura

Le migliori canzoni ungheresi a Eurovision

Sabato sera si è svolta la finale di Eurovision 2018 in Portogallo. La gara canora a cui partecipano numerosi paesi europei è giunta alla 63isma edizione ed anno dopo anno ha aumentato il suo bacino d’ascolto diventando uno degli eventi musicali e commerciali più importanti del continente.

Nell’ultima edizione a vincere è stata la canzone presentata da Israele “Toy” della cantante Netta. La canzone ungherese invece purtroppo non ha avuto il successo sperato e gli AWS con “Viszlát Nyár” si sono classificati appena al 21mo posto (su 26), aiutati soprattutto dal voto degli spettatori dopo che le varie giurie nazionali li avevano relegati nelle ultime posizioni della classifica. Di certo il brano proposto dagli ungheresi, rock-metal, mal di conciliava con uno show improntato alla musica pop-commerciale. Ma non è una novità per le canzoni ungheresi che non sono mai riuscite a vincere nessuna edizione, eppure l’Ungheria vi partecipa dal 1994.

Cerchiamo allora di ricordare quali sono state le più belle canzoni ungheresi presentata in questa gara canora.

Kedvesem (Mia cara) di ByAlex

Arrivata decima al concorso del 2013. Canzone orecchiabile, diventata famosa in Europa e non solo, nonostante il testo sia in ungherese. Alcuni stranieri su youtube  si sono anche cimentati nel cantarla in ungherese.

Kinek mondjam el vétkeimet (A chi posso confessare i miei peccati?) di Friderika

Andiamo indietro nel tempo per trovare la prima canzone ungherese presente in una finale di Eurovision ed è anche la migliore classificata fino ad oggi: quarta.

Origo (Origine) di Joci Pápai

Lo scorso anno in Ungheria c’era ottimismo sulla possibilità di avere un buon piazzamento con la canzone Origo di Joci Pápai cantante e musicista di origine Rom. la canzone alla fine si è classifica però solamente ottava.

Unsubstantial Blues di Magdi Rúzsa

Arrivata nona nel 2007 la canzone  della famosa cantante ungherese nata in Vojvodina. Una canzone blues cantata in inglese che racconta di una ragazza tradita dal suo ragazzo.

Forogj Világ! (Gira, Mondo!) di NOX

Questa volta suoni più “magiari” che si intrecciano con la musica pop per i NOX che nel 2005 arrivano però solamente dodicesimi.

Running di András Kállaz-Saunders

Il secondo miglior risultato di sempre per l’Ungheria nel 2014 quando arriva quinta con la canzone del cantante ungherese-americano.

Viszlát Nyár (Arrivederci estate) di AWS

E infine l’ultima canzone in competizione, il rock-metal degli AWS che con la loro performance hanno “spaccato” il palco di Lisbona ma non sono riusciti a convincere le giurie nazionali.

 

 

© Riproduzione riservata

Foto copertina: esc-plus

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...